Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra 2015 - Premio speciale della giuria per il segnatempo 57260

ottobre 2015

Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra 2015 - Premio speciale della giuria per il segnatempo 57260

Giovedì 29 ottobre, il Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra (GPHG) ha premiato Jean-Luc Perrin, Yannick Pintus e Micke Pintus, i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin, per Reference 57260, l’orologio più complicato al mondo.

Il premio speciale della giuria assume un significato particolare per l’alta orologeria, poiché celebra principalmente il lavoro di coloro che realizzano i segnatempo. Definiti dal Direttore generale di Vacheron Constantin Juan-Carlos Torres come una «vera e propria avventura umana», gli 8 anni dedicati allo sviluppo dell’orologio Reference 57260 sono stati caratterizzati da un eccezionale savoir-faire e dalla volontà di oltrepassare i limiti del possibile.

I tre maestri orologiai, che hanno ideato numerosi segnatempo Vacheron Constantin tra i più complicati, si erano già aggiudicati dieci anni fa, nel 2005, il premio Aiguille d’Or per l’orologio da polso più complicato esistente all’epoca: Tour de l’Ile. Le ricerche condotte e le competenze sviluppate durante la sua realizzazione rappresentano il più grande contributo all’evoluzione dell’orologeria meccanica a partire dagli Anni Venti.

Reference 57260, esemplare unico realizzato su ordinazione, recante il Punzone di Ginevra, vanta 57 complicazioni orologiere, molte delle quali inedite, tra cui si annoverano vari tipi di calendario e un cronografo rattrappante doppio retrogrado.

3p-1

Da sinistra a destra: i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin: Micke Pintus, Jean-Luc Perrin e Yannick Pintus.

Da sinistra a destra: i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin: Micke Pintus, Jean-Luc Perrin e Yannick Pintus.

c-selmoni-a-bacs-y-pintus-j-l-perrin-m-pintus

Da sinistra a destra: Christian Selmoni, Direttore artistico di Vacheron Constantin, Aurel Bacs, Presidente della giuria dell’edizione 2015 del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra e i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin Yannick Pintus, Jean-Luc Perrin e Micke Pintus.

Da sinistra a destra: Christian Selmoni, Direttore artistico di Vacheron Constantin, Aurel Bacs, Presidente della giuria dell’edizione 2015 del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra e i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin Yannick Pintus, Jean-Luc Perrin e Micke Pintus.

y-pintus-c-selmoni-j-l-perrin-m-pintus-a-bacs

Da sinistra a destra: Yannick Pintus, Christian Selmoni, Direttore artistico di Vacheron Constantin; Jean-Luc Perrin, Micke Pintus e Aurel Bacs, Presidente della giuria dell’edizione 2015 del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra.

Da sinistra a destra: Yannick Pintus, Christian Selmoni, Direttore artistico di Vacheron Constantin; Jean-Luc Perrin, Micke Pintus e Aurel Bacs, Presidente della giuria dell’edizione 2015 del Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra.

m-pintus-y-pintus-j-l-perrin

Da sinistra a destra: i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin: Micke Pintus, Yannick Pintus e Jean-Luc Perrin.

Da sinistra a destra: i tre maestri orologiai di Vacheron Constantin: Micke Pintus, Yannick Pintus e Jean-Luc Perrin.