VACHERON CONSTANTIN E L’OPÉRA NATIONAL DE PARIS

Dicembre 2010

Jean-Louis Beffa, Juan-Carlos Torres, Frédéric Mitterrand e Bernard Stirn, Presidente del Teatro dell’Opera

Sabato 20 novembre, il Palais Garnier ha ospitato Vacheron Constantin, la più antica Manifattura orologiera al mondo ad aver svolto un’attività continuativa sin dalla sua fondazione nel 1775, e le centinaia di illustri ospiti della Maison venuti a celebrare il tanto atteso 30° anniversario di AROP (Association pour le Rayonnement de l'Opéra national de Paris – Associazione che raccoglie fondi a sostegno dell’Opéra di Parigi). Presiedevano allo storico evento Jean-Louis Beffa, Presidente di AROP, Nicolas Joel, Direttore del Teatro Nazionale dell’Opéra di Parigi e Brigitte Lefèvre, Direttrice della Danza. Per Vacheron Constantin erano presenti Juan-Carlos Torres, CEO della Maison, Marc Guten, Direttore Internazionale e Jean-Yves di Martino, Direttore di Vacheron Constantin Francia.

Gli ospiti hanno avuto il privilegio di ammirare l’orologio Vacheron Constantin “Métiers d’Art – Chagall & l’Opéra National de Paris”, realizzato appositamente per celebrare questo anniversario. Questo esemplare unico sfoggia una riproduzione precisa e dettagliata del celebre soffitto del dell’Opéra Garnier dipinto dal noto artista Marc Chagall. Un orologio straordinario, creato utilizzando la tradizionale tecnica ginevrina “Grand Feu”, caratterizzata dalla pittura di miniature su smalto. Questo processo minuzioso è tipico della città svizzera ed è stato tramandato di generazione in generazione dai maestri dell’arte. Dopo la presentazione mondiale, questo orologio esclusivo entrerà a far parte della collezione privata della Maison Vacheron Constantin.

Sotto gli occhi incantati di oltre 1600 spettatori, le stelle del Teatro dell’Opéra National di Parigi e celebrità provenienti da tutto il mondo si sono esibite in una serie di performance una più spettacolare dell’altra. Come non citare Nicolas Le Riche, che ha affascinato il pubblico danzando il Bolero di Ravel dopo essersi esibito in un’impeccabile coreografia di Maurice Béjart, o la cantante lirica Natalie Dessay che ha interpretato con eccezionale talento la celebre “scena della pazzia” tratta dalla Lucia di Lammermoor.

Jack Lang e signora, Jean-Louis Beffa, Juan-Carlos Torres e Bernard Stirn

Jack Lang e signora, Jean-Louis Beffa, Juan-Carlos Torres e Bernard Stirn

La grande scalinata dell’Opéra Garnier

La grande scalinata dell’Opéra Garnier