ASTA DI CHRISTIE’S A NEW YORK: UN RISULTATO ECCEZIONALE PER UN OROLOGIO VACHERON CONSTANTIN DELLA COLLEZIONE PACKARD

giugno 2011

Orologio da tasca a grandi complicazioni in oro 20 carati firmato Vacheron Constantin, appartenuto al collezionista James Ward Packard. Crediti foto: Christie’s

La vendita all’asta organizzata da Christie’s ha definitivamente confermato la grande attrazione che da sempre Vacheron Constantin esercita sui collezionisti internazionali. In occasione di questa vendita,  durante la quale gli offerenti di tutto il mondo hanno testimoniato il loro enorme interesse, la Maison di Ginevra si è distinta grazie all’orologio da tasca dell’americano James Ward Packard (1863 – 1928), il celebre costruttore di automobili e grande amante degli orologi di Alta Orologeria. Packard è stato uno dei primi collezionisti americani a richiedere segnatempo unici alla Manifattura.

Fra gli esemplari firmati Vacheron Constantin che venivano presentati all’asta per l’aggiudicazione a New York, l’orologio da tasca in oro 20 carati (lotto n° 100) si è imposto come la star assoluta dell’asta, raggiungendo i 1.800.000 USD.

Un risultato eccezionale per un orologio d’eccezione: oltre alle ore, ai minuti e ai secondi, racchiusi sotto un vetro in cristallo di rocca, questo segnatempo presenta anche una combinazione personalizzata di complicazioni che includono una ripetizione a ore, minuti, quarti e mezzi-quarti, con piccola e grande suoneria, oltre ad un cronografo contatore di 30 minuti.

Il retro dell’esemplare porta impresse le iniziali JWP in smalto blu, eseguite a Ginevra su disegno dello stesso James Ward Packard. Questo orologio elegante è in perfetto stato: proviene infatti direttamente dalla cassetta di sicurezza di una banca, dove è stato custodito durante gli ultimi 60 anni.

Orologio da tasca a grandi complicazioni in oro 20 carati firmato Vacheron Constantin, appartenuto al collezionista James Ward Packard. Crediti foto:...

Orologio da tasca a grandi complicazioni in oro 20 carati firmato Vacheron Constantin, appartenuto al collezionista James Ward Packard. Crediti foto: Christie’s